forworldtriplovers.com

La nostra guida completa per visitare il Marocco

Chi sono
Joel Fulleda
@joelfulleda
RIFERIMENTI ESTERNI:

FONTI CONSULTATE:

Valutazione dell'articolo:

Avviso sui contenuti


Confina a ovest con l'Oceano Atlantico e a nord con il Mar Mediterraneo, Marocco orientale, dei tre paesi del Maghreb, quello che offre la più vasta area di costa. Infatti, non sono lontani 3500 chilometri tra l'Atlantico e il Mediterraneo e quasi altrettante spiagge dove rilassarsi godendosi un sole permanente. Mais Il Marocco è anche una terra di montagna dove le nevi eterne resistono a poche centinaia di chilometri da un deserto di arida sabbia. Visitare il Marocco è quindi scoprire questa terra di contrasti...





L'Africa alle porte dell'Europa

Il Marocco è stato a lungo una terra di lotte di potere tra europei e arabi. Nel Medioevo, le diverse dinastie hanno permesso di fondare città come Fez, Marrakech o Cordoba. Vedrai il loro potere mostrato nelle Casbah e in molti monumenti del patrimonio marocchino, come la Torre di Hassan a Rabat. Queste dimostrazioni di gloria passata sono assolutamente da vedere.

La Tour Hassan

Al tempo delle grandi potenze coloniali, nel XIX secolo, Il Marocco è uno dei paesi africani più ambiti e un'area di posta in gioco tra inglese, spagnolo e francese. Nel XX secolo il Marocco passò sotto il protettorato francese e spagnolo. Il paese ha acquisito la piena e completa indipendenza solo nel 20. Oggi è una monarchia costituzionale con un monarca, leader sia spirituale che temporale dei suoi sudditi.



Terra di contrasti

Il Marocco è un paese di contrasti molto sorprendenti: il deserto del Sahara confina con l'Oceano Atlantico, la calma di un riad contrasta con l'attività della medina... Un viaggiatore può facilmente passeggiare nelle verdi colline di Fez come fare sci alpinismo sulle montagne dell'Atlante, non lontano dal palmeto di Marrakech! Ci sono così tante attività da fare, posti dove uscire che ci vorrebbe un lungo soggiorno per catturare tutta la finezza della cultura marocchina.



Un'immaginazione romantica

Marocco… Basta questo nome per far nascere tutta una fantasia romantica. Prima di tutto, ci sono le porte della città finemente intagliate, poi il trambusto dei souk e delle medine. È anche il deserto del Sahara, i cammelli, il popolo berbero, la sabbia che ondeggia sotto l'effetto del vento.. Infine, visitare il Marocco è associato al benessere e alla talassoterapia, un'attività da fare assolutamente in una delle città costiere come Agadir, Casablanca o Rabat. Come la Tunisia e l'Algeria, Il Marocco è anche un paese dove l'ospitalità è una tradizione leggendaria. Tè alla menta, pasticcini, sorrisi in mostra… Tutto favorisce la convivialità e la condivisione!

Leggi anche: 8 esperienze insolite per scoprire il Paese in modo diverso

Qual è il periodo migliore per andare in Marocco?

Il Marocco gode di un clima mediterraneo, molto favorevole al turismo e questo tutto l'anno. Possiamo quindi andarci in qualsiasi stagione ma sappiate che le vacanze scolastiche estive sono molto frequentate dai visitatori che tendono ad invadere le sue spiagge, facendo lievitare leggermente i prezzi sul posto. Nella regione di Agadir, preferisci il mese di settembre perché la maggior parte dei turisti tornerà alla routine quotidiana. Stessa cosa a Marrakech che, sebbene bella tutto l'anno, può essere meno piacevole da vivere quando è satura di turisti. Se hai intenzione di campeggiare in zona, evita i mesi invernali durante le quali le notti possono essere molto fresche.




Spiaggia di Taghazout

Generalmente, Si raccomanda quindi a coloro che possono visitare il Marocco al di fuori delle vacanze scolastiche. La minore affluenza ha un impatto positivo sui prezzi e rende le passeggiate in città più piacevoli e pittoresche. Tieni presente che il Marocco è un paese caldo, con più località balneari. La garanzia di poter immergersi in qualsiasi periodo dell'anno!


Quale budget dovresti pianificare durante il tuo soggiorno?

Visitare il Marocco può essere fatto a buon mercato ma è anche possibile scaldare seriamente la carta blu se si opta per alloggi di alto livello e attività eccezionali. Gli ostelli della gioventù non sono necessariamente attraenti, tranne forse nelle grandi città, perché gli hotel classici fanno pagare prezzi più o meno equivalenti. Una camera doppia a Meknes, ad esempio, costa solo circa 5 euro a notte, mentre il prezzo medio a Casablanca si aggira intorno ai 50 euro. Puoi anche usare Airbnb. I prezzi poi sono molto vari, dai 30 euro a notte per una stanza privata fino ai 250 euro per un riad di alto standing.

Un Riad marocchino

La cucina marocchina è rinomata per la sua diversità e qualità, ma anche per il suo costo molto contenuto. Sapere cheun pasto medio in un ristorante costa tra i 20 e i 50 dirham, o tra i 2 e i 5 euro. A questo prezzo, puoi accovacciarti nei ristoranti e non preoccuparti dei piatti! Ci sono molte attività gratuite in Marocco. Visitare il souk, oziare sulla spiaggia o passeggiare nell'Atlante sono alcune delle tante gioie accessibili a tutti. Tuttavia, sarebbe un peccato perdersi un trekking nel deserto guidato da una guida esperta, tanto più che raramente ti costerà più di 50 euro per due persone per due giorni con una notte in tenda inclusa. Per quanto riguarda i trasporti, il Marocco è molto economico, su questo torneremo in una parte successiva.




Come arrivare in Marocco dalla Francia?

Per visitare il Marocco, il modo più semplice, veloce e spesso anche più economico è volare. Oggi la maggior parte delle grandi città francesi effettuano voli charter per il Marocco, in particolare tramite Air France e Royal Air Maroc, ma anche tramite compagnie low cost. Tangeri, Fez, Casablanca o Marrakech, gli aeroporti internazionali sul territorio marocchino non mancano e raggiungerli generalmente richiede solo uno sforzo finanziario minimo. A seconda del periodo, della destinazione e del luogo di partenza, i voli costano tra 120 e 300 euro per un viaggio da 2h30 a 4 ore. Sii proattivo quando effettui la prenotazione perché i prezzi salgono rapidamente, soprattutto durante i periodi estivi.


Tamnougalt in Marocco

I tossicodipendenti del bitume possono anche prendere in considerazione un viaggio via terra fino alla punta meridionale della Spagna prima di prendere un traghetto. Per informazioni, da Parigi a Tarifa, uno dei principali porti di imbarco per il Marocco con Algeciras, occorrono circa 18 ore di strada. Una cannuccia per veri backpackers... Se non hai un veicolo, sappi anche checi sono linee di autobus tra Parigi (ma anche altre grandi città della Francia) e molte città marocchine. Anche se i prezzi sono interessanti (dai 100 ai 250 euro), il viaggio dura comunque 40 ore.

Quali sono le specialità culinarie del paese?

il cous cous è ovviamente la stella della cucina marocchina. Di origine berbera, viene tradizionalmente gustato il venerdì, ma ormai viene gustato tutti i giorni della settimana. Visitare il Marocco senza assaggiare un couscous sarebbe un imperdonabile difetto di gusto. il tagine è anche di origine berbera. La sua composizione ha molte forme, perché è la cottura in un piatto di coccio ricoperto da un cono che dà il nome al piatto, piuttosto che la natura degli ingredienti. Terza musa della cucina marocchina, La pillola. Questa torta di mattoni e pasta sfoglia, spesso farcita con piccione tritato ma a volte anche con frutti di mare o pollo, viene solitamente servita ai ricevimenti. Può essere dolce o salato.

Tagine in Marocco

Potremmo anche citare il barbecue, la cui variante marocchina ha la specificità di cuocere il montone o l'agnello in una strozzatura e non allo spiedo, oppure il filo, questa zuppa tradizionalmente apprezzata per rompere il digiuno del Ramadan, ma questo paragrafo sarebbe incompleto se non affrontassimo l'argomento dei dolci e dei loro meravigliosi sapori. Fiori d'arancio e mandorle tritate per il corno di gazzella, miele, anice, mandorle, sesamo e farina di frumento per il la chebakia ou la ghribia che vengono offerti agli ospiti in occasione di matrimoni e feste di fidanzamento. Per non parlare del famoso tè alla menta che può essere gustato in ogni momento e in tutte le occasioni!

Come muoversi lì?

Per quanto riguarda i trasporti, il Marocco beneficia diun'eccellente rete di autobus che serve tutte le principali città e punti di interesse turistico. Ad esempio, un viaggio da Rabat a Marrakech costa tra 135 e 190 dirham. Anche i taxi sono molto economici con supporto fatturato per 2 o 3 dirham, quindi tra 4 e 8 dirham per chilometro. Le società di autonoleggio sono presenti sul territorio marocchino ma le sconsigliamo, soprattutto a causa della difficoltà di guida nelle grandi città.

I più avventurosi possono anche cimentarsi con l'autostop, ampiamente praticato nel paese. Siate comunque vigili e rispettate le consuete condizioni di sicurezza. In particolare, evita di viaggiare da solo e fai sempre sapere a qualcuno di cui ti fidi dove stai andando o dove ti trovi. Visitare il Marocco in autostop è un'esperienza incomparabile che ti permetterà di incontrare autentici marocchini, a condizione di rispettare i costumi e la cultura locale.

Quale luogo in Marocco privilegiare per il tuo soggiorno?

Ci sono molte città famose in Marocco: Casablanca, Agadir, Ouarzazate… Ma solo quattro sono chiamate città Makhzen, cioè città imperiali: Fez, Marrakech, Meknes e Rabat. Ecco una panoramica di queste città privilegiate da visitare in Marocco!

Marrakech, la perla del sud

La terza città del regno marocchino è anche quella che ha dato il nome al Marocco. Marrakech è una città fondata nell'XI secolo, situata ai piedi dell'Atlante. Molti popoli si recano a Marrakech, ma provengono dal deserto o dall'immensa catena montuosa che costituisce l'Atlante. Sono i berberi che danno quest'aria eterna a Marrakech.

Marrakech

A Marrakech è imperativo visitare la Medina. È infatti classificato come Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Nella sua parte settentrionale, comprende sette tombe, il che spesso fa dire a Marrakech che è la città dei sette santi. Altri posti da esplorare come il giardino Majorelle, o, inevitabile, la piazza Djemaa El Fna e la moschea Koutouba. Fai anche una deviazione al museo Dar Si Saïd in cui sono esposti centinaia di oggetti d'artigianato di epoche diverse.

Da non perdere: la guida completa a Marrakech

Fez, la raffinata

Quarta città più grande del Marocco, Fez è una città moderna che ha conservato la sua storia. Una caratteristica : entriamo a Fez attraverso la grande porta medievale. Il centro storico in stile orientale è un patrimonio mondiale dell'UNESCO. C'è anche la più grande medina del mondo. Un'altra caratteristica di questa città, l'azzurro è onnipresente: si parla così dell'azzurro di Fez.

Ci sono molte cose da fare nella prestigiosa Fez. Prima di tutto, una visita al museo Batha è d'obbligo. È una residenza estiva della famiglia reale, costruita nel XIX secolo, che oggi ospita un museo di arti e tradizioni popolari. Soprattutto, visita la medina e cogli l'occasione per fare shopping nel souk. Conciatori, falegnami e altri artigiani ti offriranno molti articoli.

Rabat, la capitale

Rabat è una cittadina piacevole e fiorita. È una città atipica: sebbene capitale del Marocco, non ha attività industriale ed è solo la seconda città più grande del paese. Attraversato da avenue Mohammed V, offre a tutti i suoi visitatori un volto piacevole e ridente, rafforzato dalla vicinanza dell'Oceano Atlantico. A Rabat, assolutamente da vedere la Kasbah des Oudayas e la sua porta color ocra. Poi vai alla Torre Hassan, emblematica di questa città e delle sue ambizioni. Cogli l'occasione per visitare la moschea assolutamente sontuosa.

Kasbah Oudayas

Meknes, l'ismailiano

Quinta città del Marocco, Meknes è una città luminosa, dove regnano i grandi spazi: ampie prospettive, immensi edifici… Tutto si presta ad essere contemplato, esplorato e visitato. Inoltre, Meknes è spesso chiamata la Versailles marocchina. Accomodati in una carrozza trainata da cavalli ed esplora la città, lasciandoti trasportare lungo i bastioni. Vedrai quindi tutti i luoghi importanti, la maggior parte dei quali risalgono a Ismail, il fondatore di questa città. Anche questo settore è classificato dall'Unesco.

Le visite essenziali da fare in Marocco

Questo paese del Maghreb è una delle destinazioni culturalmente più ricche del bacino del Mediterraneo. Le varie città marocchine, e in particolare le città imperiali, testimoniano un passato ricco e prestigioso. Ecco alcuni luoghi da visitare in Marocco:

Medinas

Molte città offrono ai visitatori due volti: una città moderna con edifici e palazzi in cemento, solitamente in periferia. L'altro lato è di gran lunga il più popolare di tutti: le medine. Questi sono i quartieri più antichi della città, in cui troviamo artigiani, souk, mercati e altri luoghi di commercio.. Le medine sono caratterizzate da piccole strade tortuose e la maggior parte della ricchezza del patrimonio marocchino è rappresentata lì. Cinque medine sono classificate Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco, che testimonia la loro importanza sul piano culturale e storico: Fès, Marrakech, Tétouan, Essaouira e Meknes. Tutte queste città sono da scoprire per i loro monumenti e il loro patrimonio.

La medina

Moschee

Visitare il Marocco significa anche scoprire la sua religione principale, che è l'Islam. La cultura di questo paese deriva principalmente da questo culto. Dove possibile, non esitate a visitare le moschee più importanti del paese: assisterete poi ad un assalto di incomparabili raffinatezze architettoniche e ornamentali. Alcuni sono molto conosciuti, come la moschea di Hassan II a Rabat. Tuttavia, prima di entrare in una moschea, assicurati di rispettare i riti tradizionali.

Bab Mansour

Completato in 1732, Bab Mansour è una delle 70 porte di Meknes. È senza dubbio il più bello, in piedi maestoso di fronte al visitatore. Bab Mansour ospita una galleria d'arte al suo interno.

Le Palais Royal al Mankcha

Questo palazzo del XIX secolo, situato a Meknes, è diventato un'accademia militare. ioha comunque mantenuto il suo carattere storico. Dalle sue mura emerge tutto il potere imperiale al quale nessuno rimane indifferente.

Il Palazzo Reale di Meknes

La Kasbah degli Oudaïas

A Rabat, la Kasbah des Oudaïas è dominata da un'enorme porta almohade che servì un tempo come prigione e come centro militare. Passo dopo passo, è stato cancellato, ripristinato e poi migliorato, fino ad oggi offrendo i suoi splendori ai turisti.

La Tour Hassan

Il monumento più famoso di Rabat, la Torre Hassan è incompiuta. Risalente al XII secolo, raggiunge i 12 metri di altezza, il che è piuttosto impressionante per l'epoca. In uno stile tradizionale marocchino, è ammirato da tutti.

Il Museo Batha

A Fez, il Palazzo Batha, costruito alla fine del XIX secolo, mostra una bella architettura ispano-moresca. Dal 19, questo palazzo è diventato un museo che mette in risalto la finezza dell'arte tradizionale di Fez : puoi ammirare le sculture in legno, le ceramiche blu, tipiche di Fez, oltre a tappeti, gioielli e altri astrolabi.

Moschea El Karaouiyine

La moschea El Karaouiyine nelle case di Fez la più antica università del mondo. Situato in Place Sarrafine, è stato fondato da una donna nell'862 ed è ora possibile accedervi attraverso 14 porte.

L'Università Karaouiyine

Il Museo di Arte Contemporanea

Creato nel 1990 a Tangeri, il museo d'arte contemporanea ci ricorda che l'arte marocchina è molto varia. Il Paese non si è concentrato solo sull'arte islamica, anzi! Sa anche aprirsi alle forme d'arte più contemporanee.

Il Museo Etnografico

Il Museo Etnografico di Tetouan testimonia l'importanza culturale della città con le culture indigene, ottomane, europee e andaluse. Scoprirai così le pratiche e i costumi che ognuna di queste grandi civiltà ha lasciato a questa regione marocchino, sia nella sfera privata che in quella pubblica.

il souk

Ogni città ha il suo souk (mercato). Sono spesso impressionanti ed è molto difficile orientarsi. Tuttavia, fanno davvero parte dei luoghi da visitare perché costituiscono il cuore di ogni città. In Marocco, i prodotti di bellezza sono spesso molto attraenti e realizzati con prodotti naturali. Troverai spesso olio di argan, sapone nero, ma anche creme e profumi a base di gelsomino, ambra, muschio o fiori d'arancio. C'è un souvenir da riportare assolutamente dal Marocco: il famoso tappeto! Troverai diverse etichette necessarie per passare la dogana e imposte dallo stato: il blu corrisponde a un tappeto di ottima qualità, mentre il giallo è sinonimo di scarsa qualità. Ricordati di verificarne l'esistenza prima dell'acquisto.

il souk

Durante il tuo soggiorno, avrai avuto il tempo di apprezzare i diversi piatti marocchini. Perché non estendere questa esperienza di gusto acquistando un piatto di tajine? Ma più che sapere quale souvenir comprare... bisogna saper negoziare! In Marocco tutto ha un prezzo, ma quelli esposti sono tutti discutibili. Puoi partire con articoli a un costo inferiore. Non dimenticare mai che la negoziazione è uno sport nazionale in questo paese. Quindi entra nel loro gioco: si rivela rapidamente interessante.

Informazioni utili

Visitare il Marocco è preparato in anticipo. Ecco tutte le informazioni pratiche che dovrebbero aiutarti a pianificare il tuo soggiorno:

  • Formalità: Per un soggiorno inferiore a 3 mesi è sufficiente un passaporto valido per visitare il Marocco. Attenzione, dal 2015 il passaporto è obbligatorio per tutti!
  • Contanti : La valuta del Marocco è il Dirham (MAD). Troverai distributori automatici in tutte le principali città marocchine. Gli hotel e i grandi magazzini generalmente accettano pagamenti con carta.
  • Salute : Non è necessario alcun vaccino per entrare nel Paese. Basta evitare di bere l'acqua del rubinetto e pianificare di prendere un efficace repellente per zanzare. Attenzione anche a proteggersi dal sole in estate o nel deserto!
  • L'Ufficio Nazionale del Turismo del Marocco: Trovate tutte le informazioni sulle attività da fare in Marocco sul sito ufficiale. È inoltre possibile consultare gli indirizzi degli uffici turistici delle principali città marocchine.
  • Siti da scoprire: idee per tour in Marocco su Carnets-voyage.com

Passeggia nei souk marocchini!

Hai intenzione di visitare presto il Marocco? Parliamone nei commenti!

Aggiungi un commento a partire dal La nostra guida completa per visitare il Marocco
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.