forworldtriplovers.com

Suggerimenti per rispondere bene alle scottature solari

Chi sono
Aina Martin
@ainamartin
RIFERIMENTI ESTERNI:

FONTI CONSULTATE:

Valutazione dell'articolo:

Avviso sui contenuti


Una scottatura solare può rovinare una parte importante della tua vacanza. Oltre ad essere antiestetico, brucia, fa male e quando la pelle si spella rovinerà tutta la tua preziosa abbronzatura. Inoltre, le scottature non dovrebbero essere prese alla leggera. Sono davvero pericolosi per la salute a lungo termine e il cancro della pelle non è solo un rischio lontano se non ti prendi cura di te stesso.




Ecco tutte le precauzioni e i consigli per reagire bene alle scottature.


Come affrontare le scottature?

Quando torni a casa dalla spiaggia e scopri che la tua pelle è diventata rossa, probabilmente ti sei scottato. Se vuoi evitare che la pelle si secchi e vuoi darle la possibilità di trasformarsi in un'abbronzatura, deviidratarsi velocemente con un latte doposole. Non dimenticare di rimani idratato bevendo molta acqua, perché la pelle bruciata segnala un corpo disidratato.

Inoltre, sarà sempre meglio non scottarsi per evitare i notevoli rischi per la salute che possono comportare a lungo termine. Per questo, la protezione solare rimane l'unica soluzione veramente efficace. Anche quando sei abbronzato ricordati sempre di proteggerti se sei esposto a una luce solare particolarmente forte. Un'abbronzatura ottenuta nel sud della Francia può ancora soffrire di scottature a Bali!

Riconoscere i diversi tipi di scottature solari

Qualunque cosa accada, usare un doposole è sempre una buona idea, anche quando si è abbronzati. Ciò consente di evitare che la pelle si secchi e quindi di mantenere l'abbronzatura più a lungo. Inoltre, è anche molto importante saper riconoscere i diversi tipi di scottature solari per sapere come reagire ad esse. Se una semplice pelle rosea pronta ad abbronzarsi nei giorni a venire può rovinare la vostra vacanza, alcune scottature solari sono ben più gravi.





Saper riconoscere i diversi tipi di scottature

Se la pelle diventa rosso vivo tra le due e le dodici ore dopo l'esposizione, prude e fa male a contatto con i vestiti, allora stiamo parlando di ustione di secondo grado. È indispensabile idratare la pelle ed evitare il contatto con il sole per alcuni giorni. Se la pelle diventa rosso porpora solo 6 ore dopo l'esposizione, allora questo è un ustione di terzo grado e un medico dovrebbe essere consultato per lo stesso trattamento delle ustioni.

A cosa fare attenzione in caso di scottature?

Se lo noti la tua pelle rosea, devi essere vigile e prendere immediatamente l'ombra. Assicurati che la tua pelle non peggiori e osserva eventuali cambiamenti per valutare la gravità dell'ustione. In determinate condizioni, come un'escursione o una gita nella natura, una corretta gestione di una scottatura solare può salvare la vita. Rimani idratato il più possibile e lenisci l'ustione con acqua fredda.



Se, nonostante l'applicazione della crema lenitiva, si nota ilcomparsa di vesciche, assicurati che non si infettino pulendo delicatamente la pelle. Soprattutto, non forate le vesciche e proteggetele con una benda. Quindi vai da un medico il prima possibile per aiutarti a curare la tua scottatura solare. Ricorda inoltre di monitorare sempre la temperatura. Una grave scottatura solare può causare febbre e svenimenti.



Aggiungi un commento a partire dal Suggerimenti per rispondere bene alle scottature solari
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.