forworldtriplovers.com

I nostri consigli per visitare il Parc Güell: storia, segreti, orari, prezzi...

Chi sono
Aina Martin
@ainamartin
RIFERIMENTI ESTERNI:

FONTI CONSULTATE:

Valutazione dell'articolo:

Avviso sui contenuti


Parc Güell (o Park Güell), il parco più famoso di Barcellona è uno dei simboli della capitale catalana, inserito nell'elenco dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO. Scopri uno spazio straordinario uscito dalla mente pazza e brillante dell'architetto Antonio Gaudí! Un luogo magico e unico che sorprende e incanta i visitatori, rimane una tappa colorata imperdibile per chiunque visiti Barcellona.


La storia di un parco atipico

Ex progetto di residenza riservata alla classe borghese, Park Güell è il risultato di una collaborazione tra l'architetto Antonio Gaudi, il massimo rappresentante del modernismo catalano, e il suo mecenate Eusebi Güell. L'idea iniziale era quella di creare una sorta di residenza chiusa e vigilata riservata alla borghesia agiata e ai ricchi catalani, una sorta di città giardino per ospitare ville superbe, una scuola, un mercato, una piccola chiesa, padiglioni di portineria ...




Il progetto Gaudi e Güell purtroppo non ha avuto il successo sperato ed è stato un fallimento commerciale. I ricchi a cui era destinato, consideravano allora il quartiere troppo lontano dalla città, troppo alto e poco urbanizzato. L'opera si concluse nel 1914 con la costruzione di due sole case sulle 60 inizialmente previste, la casa modello acquistata da Gaudi e la “Casa Larrard” voluta da Eusebi Güell. Il tutto fu successivamente acquistato dalla città di Barcellona nel 1922 dagli eredi di Eusebi Güell e trasformato in un parco pubblico che aprì i battenti nel 1926 alla morte di Gaudì.

Come visitare il Parco Güell?

Che sia con l'occhio di un dilettante in architettura (vi invito in questo caso a leggere l'idea di itinerario di Expedia Explore), o semplicemente a passeggiare con la famiglia (o gli innamorati), il Parc Güell rimane una tappa obbligata per chiunque soggiorni nel capitale catalana. Il parco è stato anche dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1984.





Qui in poche righe, le sue parti principali da non perdere:

- Un ingresso con padiglioni e scalone monumentale. Accanto all'ingresso principale del parco ci sono due piccole case che sembrano uscite da una fiaba. Uno di questi funge da negozio mentre l'altro, la Maison du Gardien, veglia su mostre audiovisive che raccontano la storia del parco.
- La sala ipostila e le sue 86 colonne striate
- Grotte
- Place de la Nature e la sua (mitica) panchina
- Strade, sentieri, viadotti
- Un monumento megalitico
- La Maison-Musée di Gaudì che ospita una raccolta di opere dell'architetto, mobili di pregio e documenti. L'architetto ha vissuto in questa casa tra il 1906 e il 1925.

I segreti del Parco Güell

Parc Güell situato in Carrer d'Olot 3, a nord del quartiere Gracia, è un inno alla natura che Gaudi ha voluto copiare senza imitarla. Si è quindi ispirato ai suoi colori e alle sue forme, ma li ha deviati a modo suo. Questo spazio di oltre 17 ettari è un susseguirsi di forme ondulate o geometriche, colonne che ricordano alberi e sculture di animali. La maggior parte delle superfici è decorata con mosaici costituiti da piccoli pezzi di ceramica colorata. L'insieme forma un'imponente creazione ornamentale libera da ogni rigidità e classicismo. Nel punto centrale del parco c'è una grande piazza con un'enorme panchina lunga 110 metri, simile a un serpente a mosaico.


Park Güell attraverso le sue forme colorate e sinuose è ricco di simboli sia politici che religiosi. I paesi catalani sono così rappresentati sulle fontane dello scalone principale con su una di esse lo stemma della Catalogna e un serpente, a simboleggiare la medicina ma anche il serpente di ottone usato da Mosè durante la sua fuga dall'Egitto. Su un'altra fontana, una salamandra che troviamo in una nicchia di ceramica gialla e rossa, i colori della Catalogna, rappresenta la città di Nimes dove è cresciuto Eusebi Güell.




Suggerimenti e informazioni pratiche

Orari 

Park Güell è aprire tutti i giorni dalle ore 08:00 alle ore XNUMX:XNUMX (gli orari variano a seconda del periodo dell'anno).

Prezzi

Il sito include 2 zonas, uno gratuito e uno a pagamento:
- Là zona di pagamento dà accesso al “Centro Monumentale”, vale a dire alle aree più famose del parco (la Scala del Drago, la Place de la Nature, o la Sala Ipostila). Avrai anche accesso al museo.
- Là zona libera corrisponde al grande giardino che circonda il centro. Questo è molto affascinante, ma potresti sentirti frustrato se rimani bloccato con quell'area. Per fortuna c'è un piccolo trucco (vedi sotto)...

I biglietti per Parc Güell sono in vendita presso le biglietterie o distributori automatici situati nel Parco e presso le stazioni della metropolitana Lesseps e Vallcarca (L3). Si consiglia vivamente di acquistare i biglietti su Internet per evitare le lunghe code che si formano (entrano 400 persone ogni mezz'ora). Acquistando i tuoi biglietti online pagherai anche di meno. La prenotazione su Internet garantisce inoltre un posto in quanto la disponibilità di ingresso è subordinata al numero di visitatori, fino ad un massimo di 400 persone ogni mezz'ora.



Prezzi ridotti per bambini dai 7 ai 12 anni e oltre i 65 anni
Bambini sotto i 6 anni: ingresso gratuito.

Suggerimento per la visita

Il trucco per visitare la zona a pagamento, senza pagare : se siete al mattino presto recatevi all'ingresso alle 7, l'ingresso al Centro Monumentale è gratuito fino alle 7:30. Inoltre, a quest'ora potrai sicuramente goderti l'Ora d'Oro, che ti permetterà di scattare bellissime foto, con molta meno gente che a metà pomeriggio.



Vai al Parco Güell

Il parco è facilmente accessibile con la metropolitana Lesseps, linea L3.

Sito ufficiale del parco: www.parkguell.cat

Dai, un piccolo video per finire...

Aggiungi un commento a partire dal I nostri consigli per visitare il Parc Güell: storia, segreti, orari, prezzi...
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.