forworldtriplovers.com

Foto affascinanti di Fukushima… 4 anni dopo

Chi sono
Judit Llordes
@juditllordes
RIFERIMENTI ESTERNI:

FONTI CONSULTATE:

Valutazione dell'articolo:

Avviso sui contenuti


Fukushima: la natura più forte di ogni cosa



No, le foto che troverai di seguito non sono di una serie sui morti viventi o sulla fine del mondo. Queste visioni post-apocalittiche sono in realtà tratte da una serie di foto scattate da Arkadiusz Podniesinski, un fotografo professionista che ha avuto un permesso eccezionale per visitare la zona di esclusione nucleare di Fukushima.




Fukushima, la “Chernobyl giapponese”

Un piccolo flashback: Fukushima Daiichi, la “Chernobyl giapponese”. L'11 marzo 2011, un terremoto di magnitudo 9 ha devastato il Giappone, il terreno è crollato sotto i piedi degli abitanti di questa regione e uno tsunami ha distrutto la centrale nucleare di Fukushima. 160 persone sono state evacuate per sfuggire alle ricadute di questo disastro ecologico.


Al fine di proteggere le persone dalle ricadute radioattive, un'area di 20 km intorno alla centrale è dichiarata "zona di esclusione" e nessuno può accedervi senza un'autorizzazione speciale.

Arkadiusz Podniesinski, testimone dell'Apocalisse

Arkadiusz Podniesinski, fotografo polacco, ha potuto ottenere questo privilegio. È stato quindi in grado di sorvegliare questa zona del Giappone dove nessuno è stato in grado di visitare dopo il disastro, e le immagini che riporta sono allo stesso tempo agghiaccianti e intrise di una forma di poesia nostalgica.


L'impressione generale è quella di osservare una città dove la popolazione è evaporata. Dalle sale dei videogiochi, al circuito del karting, passando per gli uffici dove lavoravano gli abitanti, tutto è stato lasciato così com'è. Una delle foto mostra persino un tavolo in una casa dove il pasto è sul tavolo, in attesa solo della gente del posto.




Ma le foto che circolano di più sono quelle delle auto, abbandonate sulle strade e attorno alle quali la natura ha preso il sopravvento su tutto lo spazio, intrecciando la carrozzeria in una sorta di giungla. Come a ricordarci che quando l'Uomo non ci sarà più, la Natura esisterà sempre… Almeno, lo speriamo…

Aggiungi un commento a partire dal Foto affascinanti di Fukushima… 4 anni dopo
Commento inviato con successo! Lo esamineremo nelle prossime ore.